A letto con Max

Un GF Vip tutto da gustare

Bentornati ai miei cari lettori nella rubrica “A Letto con Max”.

Sarete sicuramente incollati sullo schermo ogni lunedì dal 24 settembre a guardare con attenzione il trash presente nel  GF Vip 3. A parte qualche elemento, il cast sembra composto da cassieri della Lidl a partire da Lisa Fusco, uscita tra l’altro lo scorso lunedì 01/10, a Ivan, che onestamente vedendolo di sfuggita la prima volta nella casa si pensa “ma questo chi l’ha sciolto?”, all’adoratissima Marchesa con il suo cane sempre sottobraccio come se fosse l’emblema di Eldorado..

Ovviamente tutto ciò che ho scritto in precedenza è escluso per persone come Francesco Monte, che, benedetto da Dio (e detto tra noi spero diventi mio marito) ci delizia insieme ad Elia (che sempre detto tra noi spero sia poi il mio amante) con questi fisici massicci e fantasie erotiche nel guardarli in mutande. Ora, non credo che il pensiero di essere Anastasia Steele e loro i Mr Grey della situazione sia esclusivamente mio quindi non fate i vaghi o le santarelle.

Sembra che ci sia veramente gossip e trash quest’anno: anche se nell’ultima puntata (01/10) si è potuto notare il ritorno in tv di Lory del Santo dopo un fatto gravissimo che le è accaduto, uscendo per un attimo dagli schemi occorre ricordare il messaggio mediatico che si dà.

 Sono veramente incredulo e mortificato per ciò che le è successo… ma alla domanda “Come ti sei sentita appena è successo?”, Lory risponde: “Persa, e la prima cosa che ho fatto è  stata chiamare per avvisare la mia non partecipazione al GF”

Come può questo essere il primo pensiero dopo una cosa del genere?

Dopodiché ecco che arriva lui, Alfonso Signorini, con una domanda assolutamente fuori luogo: “Perché hai scelto di passare questo dolore nel GF Vip” (dato che poi la stessa ha riaccettato la partecipazione) “e non di passarlo con l’unico figlio che ti è rimasto?”

Qui chiedo silenzio… silenzio perché una persona del genere, a mio parere, non deve essere messa in un programma. Per quanto trash sia, una domanda del genere cosa può insegnare a chi lo guarda? Che cosa!?

Insensibilità, ecco cosa… tra l’altro di una persona che non ha le basi per parlare di questo argomento.

Vi lascio riflettere con queste mie ultime parole “Il trash piace a tutti, ma è giusto fondere la vita privata e metterla sullo stesso livello di ciò che è un gioco e può essere plasmato a piacimento?”

 

Massimiliano Lavanga

Massimiliano Lavanga , Cantante romano; la passione per il teatro vede la sua nascita come performer nel musical Quale Zero Vuoi (Roma) e successivamente, presente nel cast di "Heather" nella prima assoluta Europea. Ama lo sport, in particolare l'equitazione, nella quale, in passato, ha insegnato ai piu piccoli la meraviglia di amare un essere vivente quale il cavallo.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.