SCRIVERE MONOLOGHI A 15 ANNI…

Ebbene sì… ho 15 anni e scrivo monologhi.

Intendo proprio monologhi di quelli seri che se ti ci ritrovi, ti manca il fiato.

È iniziato tutto per gioco, quando a 12 anni mi divertivo scrivendo discorsi per premi come il Nobel, l’Oscar. Mi piaceva tantissimo perché senza volerlo, mi sfogato su un foglio giocando. Che poi l’unico sfogo possibile a 12 anni, è piangere per il brutto voto preso a scuola (mai successo). Crescendo, ho capito che scrivere monologhi è una passione che ho dentro e vi assicuro che non servono doti particolari per poterlo fare. Tutti noi abbiamo un vissuto ma lo esprimiamo in modi diversi.

Molto spesso, quando scrivo penso alla mia mamma perché lei è la mia fonte di ispirazione, la mia forza.

Mi fa molto piacere quando la gente legge le mie parole e si commuove o rimane comunque stupito dall’argomento trattato. Scrivo per comunicare, scrivo per esprimere il mio stato d’animo. A volte, scrivo immedesimandomi negli altri perché voglio che stiano bene come sto io quando lo faccio. Mi preoccupo di chi mi sta accanto e qualche parola detta al momento giusto forse, potrebbe aiutare.

Ho preso la cosa seriamente quando un giorno, per caso, mi passavano delle parole nella testa. Ho preso un foglio, una penna e non me le sono fatte scappare. Il primo vero monologo che ho scritto, sarà recitato, e io sono molto fiera e orgogliosa di questa cosa. Andrò avanti per la mia strada e magari un giorno diventerò qualcuno…

Infine, volevo solo ricordarvi che non è mai troppo tardi per iniziare. Perciò fate amicizia con la penna/matita e la magia nascerà!

 

Giorgia Rebuffi

Mi chiamo Giorgia, amo cantare; ballare ed essere me stessa ovunque. Scrivo e farlo mi rende libera!😉 Non sono affettuosa, ma qualche volta mi concedo due coccole...

Leave a comment