IL PAGANTE

IL PAGANTE… un gruppo musicale

Il pagante nasce nel 2010 come pagina Facebook, il cui scopo era quello di fare dell’ironia su atteggiamenti della gioventù milanese. Il progetto ha funzionato a tal punto da farlo tramutare in gruppo musicale i cui componenti sono 3 ragazzi che trattano temi tipicamente giovanili e attuali.
Questi ragazzi fanno della satira semplice e coglibile dai diretti interessati delle loro canzoni: ad esempio “Fuoricorso” parla degli universitari che hanno perso gli esami perché non avevano “sbatti” o presi dall’andja non sono riusciti a dare l’esame. È chiaramente una presa in giro verso i giovani di oggi che si fanno sempre di più condizionare dalla società e dal suo intorno.
Dresscode” è un’altra delle loro canzoni (recenti) che prende in giro la moda attuale sempre sui giovani d’oggi. Nel video della canzone è presente anche “Enzo Miccio” noto conduttore del programma su real time “ma come ti vesti?!” Ed ecco appunto che tutto torna per quanto riguarda la moda…
La loro ultima canzone che è uscita è “Il terrone va di moda”. Questa canzone parla degli italiani all’estero e di come si facciano riconoscere ovunque, ma anche degli italiani in Italia quando sono al Sud. Il terrone lo riconosci sempre da come parla e dalla compagnia che si porta: se vedi una suocera è chiaramente un terrone.
La musica che fa il pagante piace molto ai giovani nonostante vengano presi in giro, sono capaci di fare dell’ironia su loro stessi perché è questo che ci vorrebbe sempre. La loro musica viene molto spesso messa nelle discoteche e credo sia uno degli altri motivi per cui ai giovani piace perché ha basi prettamente “deephouse” e quindi è una musica “ballabile” che ti mette anche allegria e può tranquillamente diventare il tormentone dell’estate.
A me personalmente piace molto il pagante difatti ho tutto l’album scaricato.
Voi che ne pensate? Credete sia troppo “roba da giovani”?

 

Giorgia Rebuffi

Mi chiamo Giorgia, amo cantare; ballare ed essere me stessa ovunque. Scrivo e farlo mi rende libera!😉 Non sono affettuosa, ma qualche volta mi concedo due coccole...

Leave a comment