LA DANZA E’ POESIA

LA DANZA E’ POESIA ED A UN POETA NON SI POSSONO TOGLIERE LE PAROLE .

Lettera ad un amico 

La vita è davvero strana ma assolutamente meravigliosa.

Ci sono giornate che iniziano come si suol dire col piede sbagliato e altre invece che ti fanno sentire la persona più felice del mondo.

Ecco questo mi è successo oggi.

Tutto parte da un video che ti arriva inaspettato su wa.

Pensi sia il solito scherzo… E invece lo guardi e ti affiorano mille sensazioni.

Si perché chi te lo manda è per te una persona speciale che in quel momento condivide con te la sua passione più grande: la danza.

“Amico mio, purtroppo la vita è stata ingiusta, non sei stato capito, non sei stato ascoltato in quello che era il tuo desiderio più grande o forse semplicemente  questo tuo grande sogno non era disegnato nel tuo destino.

Quando ti muovi danzando su un palco sembri volare a mezzo metro da terra. Il tuo viso cambia espressione e sembri come un bimbo che ha ricevuto a Natale il suo regalo più desiderato.

Sei bellissimo (anche quando non danzi) ma quando il tuo corpo segue la musica come se fosse parte di te sembra che i riflettori si accendano senza nessun tecnico a gestirli.

Quanto è difficile ogni giorno far finta che tutto questo non ti manchi… sarebbe come dire che vivere senza amore sarebbe la stessa cosa.

Ma io sono certa che per tutto ci sia un motivo e una soluzione se si vuole.

La danza è poesia ed a un poeta non si possono togliere le parole.

Quindi prepara la tua borsa di danza. 

Questa volta si torna a ballare perché un purosangue non rimane mai chiuso in un recinto.

Con un infinito affetto da chi ha sempre e per sempre creduto nel tuo infinito Talento.”

Balliamo se vogliamo ballare, cantiamo se vogliamo cantare, viviamo come vogliamo vivere.

Non permettiamo a nessuno di essere il padrone, neanche un secondo, di questo favoloso “circo” che è la nostra vita a e neanche a noi stessi di inibirci i nostri desideri.

Alla fine di questo spettacolo con una sola replica, saremo comunque noi a farci l’applauso più vero e meritato.

 

Cristina Rampini

Nasco pianista e proseguo come artista! Perché? Perché rompo gli schemi e inizio a vivere le mie giornate e l’arte a 360 gradi senza pormi limiti, barriere e sopratutto lasciando agli Idioti il pettegolezzo e la critica fine a se stessa. Ho iniziato a 40 anni una nuova vita ma come si suol dire... meglio tardi che mai!!

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.