LORY DEL SANTO… QUANDO PERDI UNA PARTE DI TE

“LORY PERDE IL FIGLIO LOREN”

E’ partito il GF VIP, tanti sono i personaggi entrati nella casa più spiata d’Italia, ognuno con la propria storia, ma quest’anno il personaggio che senza dubbio fa più discutere è Lory Del Santo.
Purtroppo la celebre soubrette, non fa discutere per le solite frivolezze, non si tratta neppure di un nuovo amore, la questione è molto più seria ed importante e non va assolutamente minimizzata.
Ognuno ha detto la sua, in merito alla volontà esposta da Lory di far parte del gioco nonostante tutto, e sinceramente mi vien da dire che anche questo serva a fare odiens.
Cristiano Malgioglio in un’intervista rilasciata per “CHI” cita:
“Se pensa che sia una cosa giusta per lei, non lo è ne per lei ne per gli inquilini. Con la sua presenza non sarebbe più un Grande Fratello gioioso.”
E questa è solo una delle tante opinioni che sono state rilasciate dai vari personaggi del mondo dello spettacolo.
La situazione è molto delicata, la perdita di un figlio, per una madre è un dolore che nessuno può giudicare se non la madre stessa.
Di fronte ad un lutto ognuno di noi reagisce in modo differente, non per questo significa che il dolore sia meno importante, il nostro vissuto, la nostra capacità di elaborazione del lutto, la consapevolezza di ognuno, porta l’essere umano a reagire in un modo piuttosto che in un altro.
C’è chi da solo non riesce ad affrontare la perdita di un proprio caro e decide di farsi aiutare, c’è chi invece sceglie di intraprendere l’elaborazione del lutto in altro modo.
Qui non stiamo parlando di una perdita qualunque, ma stiamo parlando della perdita di un figlio, non solo, purtroppo è la seconda volta che Lory Del Santo si trova a dover fare i conti con un destino a dir poco crudele.
Infatti circa 27 anni fa perdeva il suo piccolo Conor di soli quattro anni, un dolore fortissimo, per due motivi:
– il primo, perché ha perso un figlio,
– il secondo, perché la perdita è avvenuta in circostanze tragiche.
Qualcuno dirà, che importanza può avere il come sia accaduto, il risultato non cambia.
In realtà non è proprio così; nella tragicità dell’evento vi è l’aggravante del come, che non da pace, e al dolore si aggiunge la rabbia.
Purtroppo anche questa volta l’evento assume una forma ancora più tragica, essendosi Loren tolto la vita.
Personalmente non mi sento di giudicarla per le sue scelte, in fondo chi sono io, chi siete voi per farlo?
Osservandola dal video si legge nei suoi occhi il dolore, i suoi silenzi, i suoi sorrisi tirati dicono più di qualsiasi altra parola.
Parlano di una donna, di una madre che ha il cuore rotto, un cuore che nonostante tutto trova la forza per reagire.
E quindi perché permettersi di colpevolizzarla, perché continuare a dire ciò che avrebbe o non avrebbe dovuto fare?
“PERCHE’?’”
Rotocalchi pomeridiani che dispensano consigli, su cosa sarebbe stato meglio per lei, dallo psichiatra all’opinionista di turno.
Mi domando ma che ne sapete voi di come si possa sentire una madre che ha perso due dei suoi tre figli?
La scienza usa la testa, non il cuore.
Non è forse vero che stare in compagnia, confrontarsi con gli altri sia già una terapia?
Scegliere ciò che in quell’esatto momento fa stare bene non è la cosa più giusta?
Tanti si domanderanno, e come sarà una volta che il talk show sarà terminato e dovrà confrontarsi di nuovo con la dura e cruda realtà?
Ma che importa cosa sarà, questa madre deve sopravvivere ora.
Cara Lory anche se non leggerai mai queste mie righe, ci tengo a dirti una sola cosa:
“fai quello che ti dice il cuore”, quello non sbaglia mai, e spero davvero che quella casa dove tu hai voluto fortemente entrare possa darti ciò che hai sperato.
Io sono dalla tua parte.

 

Barbara Meroni

Sono Barbara, lavoro con i numeri, ho una splendida famiglia, ed una passione che mi accompagna da sempre, il "canto". Amo pensare al mio prossimo, ma al tempo stesso cerco di ritagliarmi dei momenti tutti miei. Non nego un sorriso a nessuno, ma per gli abbracci... devi essere speciale!

Leave a comment