Canto anche se sono stonata!!

Smettila di dirmi che sono stonata!

Se nasci in una categoria, il tuo destino è già prefissato, stabilito… già dal primo vagito… ecco la tua mamma ti guarda, con sguardo amorevole ma rassegnato, e pensa “Lo sapevo, è stonata”.

Nasci da genitori che non hanno mai avuto neanche la minima idea di cosa volesse dire ‘essere intonati’ e in quel preciso momento sei segnata, quasi fosse un senso di appartenenza familiare, un marchio di fabbrica.

Allora la tua vita prosegue inevitabilmente ai margini. Ti chiudi in te stessa, non osi neanche emettere per sbaglio un suono… sia mai che qualcuno si spaventi… magari puoi recare danno alla società.

Senza neanche accorgertene ti obblighi al silenzio, ogni tanto, in un momento di pura follia, sotto la doccia, quando il rumore dell’acqua sovrasta, provi ad azzardare una melodia… orrore… ti rendi conto che sei stonata veramente, senza alcun dubbio!

Poi da ragazzina, in compagnia, tra amici, sicura che nel caos la tua voce non potrà emergere, intoni delle canzoni… e subito c’è quell’amico, carino, che sicuramente lo fa per il tuo bene, che immediatamente ti prende in giro e sottolinea che… sei stonata.. BAM… lì la chiusura totale… non farai  mai parte, neanche in modo marginale, di quel mondo affascinante, quello della musica… neanche in 5° fila… rassegnati e impara ad ironizzare te stessa e a sopravvivere.

Poi un bel giorno qualcuno di importante afferma  “tutti possono cantare, tranne i sordomuti” e tu vorresti dirgli  “no senti ascolta ti stai sbagliando, ci sono dei casi umani che… nulla… non possono!”

Ma quelle parole ti risuonano dentro e le trovi così sensate… forse ti danno solo speranza, ma caspita sono così belle!!!

Così un giorno, ti armi di coraggio, pronta a sfidare il mondo e vai a metterti alla prova… sei agitata, ti vergogni da morire, ma pensi “sono degli amici con loro puoi osare… non succede nulla… ce la puoi fare”

Dopo un notevole sforzo psicologico- praticamente devi mandare degli input al cervello, per lui ormai sconosciuti… mi immaginavo il mio cervello che mi guardava con uno sguardo tra il confuso e l’allibito, quasi a volermi dire “ma sei andata fuori di senno?”- comincio a ripetere quello che mi dicono… una nota… una canzone…

Alla fine doveva arrivare la sentenza, colpevole o assolta????

“ Tu non sei stonata! Non sai usare la voce,non hai tecnica, non sai neanche da che parte e da dove cominciare, ma NON sei STONATA!”

In quel momento, dopo quei 5 minuti di stordimento e incapacità di elaborare i dati, ti  si apre nel cuore una speranza inimmaginabile… forse un giorno potrò cantare una CANZONE!… una sensazione di benessere ti pervade e pensi:

“ok ora puoi morire serena!”

Quindi SMETTIAMOLA di dire alle persone che sono stonate, di infrangere piccole speranze e aspettative… tra l’altro anche gli “stonati” con tanto studio ed esercizio possono arrivare a cantare e andare anche oltre…

Occorre voglia, passione, perseveranza, grinta e poi quasi nulla è impossibile… bisogna credere nei sogni, non abbatterli, essere positivi, non distruttivi, avere un atteggiamento propositivo con se stessi e con gli altri, sempre…

Arrivata a casa, ho guardato negli occhi mia mamma e le ho detto “NON sono stonata”… ha avuto uno sguardo assente per qualche istante, incredula, incapace di decidere se era una verità o una bugia, ma è apparso un luccichio nei suoi occhi… di orgoglio e speranza!

 

Raffaella Toia

Raffaella Toia nata a Busto Arsizio (VA) il 9 luglio 1972. Laureata in Giurisprudenza..,ora regista dell'Associazione Teatrale Amatoriale "Clandestini". Appassionata di musical, fotografia, viaggi, danza e della vita in generale.

Comments (1)

  • Avatar

    Elena Grossi

    Come ti capisco e come mi ritrovo in questa situazione!
    Fin quasi da subito mi dissero che ero stonata,soprattutto se poi hai una sorella più piccola che viene costantemente riempita di complimenti, perché lei si che è intonata, che coglie al volo la nota… la voce pian piano scompare, si nasconde.
    Ancora oggi se qualcuno mi chiede di accennare una melodia, divento praticamente afona e mi si cancella anche dalla mente qualsiasi melodia, così per non correre il rischio di emettere una nota per sbaglio!
    Chissà se un giorno riuscirò a sfondare questo muro?!

     

    Reply

Leave a comment