THE GREATEST SHOWMAN: UN INNO ALLA DIVERSITA’

“The Greatest Showman”

durata di 105 min – genere musical

“The Greatest Showman” è un’esplosione di energia, un invito ad accettare gli altri e ad accettarsi e una celebrazione della diversità.

Il film racconta la storia di P. T. Barnum (Hugh Jackman) che, nato nella povertà, diventa un ricco imprenditore e crea uno spettacolare circo con artisti di ogni disciplina e persone emarginate dalla società del tempo. E’ ambientato nel XIX secolo negli Stati Uniti e ricalca la vera storia del famoso circense intrecciandola con meravigliose storie d’amore, stimolanti sentimenti di rivalsa sociale e un tripudio di colori e musiche.

L’aspetto più interessante di “The Greatest Showman” è proprio la forte energia che ogni elemento trasmette. I costumi hanno colori brillanti e caratterizzano alla perfezione i personaggi (per esempio Lettie Lutz, la donna barbuta interpretata da Keala Settle); allo stesso modo, nelle ambientazioni e nelle scenografie il colore ha sempre un posto predominante.

La musica, poi, emerge per la sua vitalità che si concilia perfettamente con quanto descritto finora. E’ stata composta da Pasek & Paul, un duo statunitense di compositori e parolieri che lavorano principalmente nell’ambito cinematografico e teatrale. I due hanno infatti composto anche le musiche di “La La Land” di Damien Chazelle e con una di queste (“City of stars”) hanno vinto l’Oscar alla migliore canzone originale nel 2017. Tornando a “The Greatest Showman”, la canzone “This is me” interpretata da Keala Settle ha già vinto il Golden Globe alla migliore canzone originale 2018 ed è in nomination nella stessa categoria agli Oscar 2018 che si terranno il prossimo 4 marzo.

Per il regista Michael Gracey “The Greatest Showman” segna il debutto. Un  debutto con i fiocchi, se pensiamo al successo che ha avuto la pellicola e all’enorme potenziale di artisti che egli ha avuto a disposizione per le riprese.

Oltre a Hugh Jackman, già cimentatosi nel genere musical con “Les Miserables” (con cui ha vinto il Golden Globe al migliore attore in un film commedia o musicale) e quindi grande certezza e star del film, troviamo Zac Efron nei panni del rivale (e successivamente socio) di Barnum, anch’egli non nuovo del genere (in quanto ha interpretato il ruolo di Troy Bolton nella trilogia di High School Musical e uno dei ruoli principali di Hairspray agli inizi della sua carriera); Zendaya, attrice, cantante e ballerina statunitense; Keala Settle, attrice e cantante di musical a Broadway; Rebecca Ferguson,  attrice svedese; Michelle Williams, attrice statunitense  e altri.

Le scene chiave (come l’accordo tra Barnum e Phillip, ossia Jackman ed Efron) sono rese con diversi cambi di prospettiva che mantengono viva l’attenzione e i particolari sono curati dettagliatamente: alcuni oggetti (come il cappello di Barnum, la sua giacca, i bicchieri al bar ecc. ) vengono mostrati più volte durante il film a scandire momenti significativi.

La trama è sviluppata in modo lineare ed è facile seguirla senza perdersi dettagli importanti, è originale e con svolte inaspettate. Unico elemento prevedibile e, a mio parere, che un po’ stona con il resto del film è il classico sviluppo della storia d’amore tra Barnum e la moglie. Un piccolo particolare che non intacca assolutamente la considerazione generale del film.

L’interpretazione di tutti gli attori è eccellente e fortissima è la carica emotiva dei loro sguardi.

Tutti i fattori citati, costringono lo spettatore ad emozionarsi, divertirsi e sentirsi parte della storia anch’egli. Spogliato di tutta la sua spettacolarità , questo film affronta il tema sempre attuale della diversità senza però attualizzarlo (così da non dare alla storia un intento moralistico). Alla fine dell’ultima scena, nel cuore di tutti rimane un senso di appartenenza al gruppo dei “diversi” che altro non sono che persone che hanno finalmente liberato sé stesse.

 

 

 

Valentina Oliva

Ciao a tutti sono Valentina! Sono una persona solare e determinata! Cerco di dare il massimo in tutto quello che faccio e mi interesso a quante più cose possibili! Mi piace studiare e imparare nuove cose ma la mia grande passione è la recitazione. Studio anche canto e spero un giorno di poter lavorare nel mondo teatrale e nel mondo del teatro musicale.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.