GIAPPONE:
 CULTURA CULINARIA

Il Giappone e la sua cucina!

La cucina giapponese è considerata, nel mondo, una delle più salutari e corrette che ci sia.
Questo perché la loro dieta si basa prevalentemente su pesce fresco, radici miste e verdure.
Questi sono ingredienti che consentono un benessere corporeo quasi perfetto e che, soprattutto, aiutano a prevenire i tumori.

Probabilmente è anche per questo che i giapponesi, nel 90% dei casi, hanno dei fisici snelli ed abbastanza atletici.

Quindi, a questo punto, vediamo quali sono alcuni dei piatti tipici giapponesi che possiamo trovare al ristorante e/o sulle loro tavole.
Una cosa importante da sapere è che i piatti giapponesi non hanno un vero e proprio ordine quando vengono presentati e, soprattutto, non è assolutamente vero che la loro dieta alimentare si basi solo sul pesce.

Certo, il pesce è un alimento che spesso troviamo ( come detto prima ), ma ci sono moltissimi piatti gustosi a base di riso, carne e verdure!

1. Ramen
In Giappone, il ramen è probabilmente uno dei piatti con maggiori assortimenti possibili, tant’è che esistono anche ristoranti specializzati nel produrre diversi gusti e combinazioni per questo piatto.
Il ramen è composto da pasta di frumento (tagliatelle) in brodo di pesce o carne, accompagnata da salsa di soia e  con guarnizioni in cima come maiale affettato, alghe marine secche, kamaboko, cipolla verde e a volte mais.
Posso assicurare che è un piatto davvero gustoso, soprattutto quando fa freddo!
2. Sashimi
Il sashimi è, essenzialmente, del pesce filettato e che spesso viene accompagnato con salsa di soia o rapa daikon, tagliata a filamenti.
Quello più pregiato è senz’altro quello di tonno che, tra l’altro, può essere presentato con tre tagli differenti.
Il sashimi viene spesso presentato su una barca, così chiamata, perché secondo la tradizione è un modo elegante di presentarlo a tavola.

3.Takoyaki
I takoyaki sono delle polpettine di polpo, molto tipiche nella cucina popolare di Osaka.
Si chiamano così perché, in giapponese, le parole corrispondo letteralmente a tako=polpo e yaki=cotto.
Non è un piatto semplice da cucinare, tant’è che per farlo non solo è necessaria una certa abilità, ma anche una piastra speciale che gli conferisce quell’aspetto a palla che hanno solitamente.
Si mangiano con la salsa Otafuku per takoyaki , dal sapore dolciastro.

4. Onigiri
L’onigiri è uno spuntino molto tipico in Giappone.
La forma è circa quella di un triangolo di riso e si può farcire con ingredienti a piacimento, rivestendolo poi con una foglia di alga secca.
Una delle versioni di farcitura più comuni, è quella con l’umeboshi, una prugna giapponese che è stata seccata con il sale e con un sapore piuttosto aspro.

5. Saké
Passiamo alle bevande.
Il sakè è una bevanda alcolica, decisamente tipica del Giappone e la si ottiene attraverso la fermentazione di acqua, riso e spore koji.
Un altro appellativo che viene dato al sakè è “vino rosso”.
Ci sono due tipi di saké:  il futsuu-shu che sarebbe il “sake normale” e il tokutei meishoshu, ovvero il “sakè per occasioni speciali”.

Questi sono solo cinque dei piatti tipici giapponesi, in realtà ce ne sono, naturalmente, molti, molti di più.
A quanti di voi piace il cibo giapponese? Siete mai stati in Giappone? Se vi va, fatemelo sapere nei commenti sotto l’articolo!

Come dico sempre il sushi è come le ciliegie: un ristorante, tira l’altro!

 

Valentina Puggioni

Sono Valentina, sono un'attrice e doppiatrice, con grandi sogni nel cassetto e tante speranze nel cuore. Spero che possiate trovare interessanti i miei articoli e che possiate anche divertirvi un po'. Il mio proverbio preferito è: "Carpe Diem."

Comments (1)

  • Avatar

    Flora Leoni

    Okonomiyaki, Manju, Zaru Soba, Tonkatsu e molto altro ancora. La tradizione culinaria giapponese è ricca di piatti e salutari e gustosi, conosce tantissime varianti, anche regionali. Articolo molto interessante che mi fa tornare voglia di Giappone.

     

    Reply

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.