TEATRO NUOVO DI MILANO

LA NUOVA STAGIONE DEL TEATRO NUOVO DI MILANO

E così, a settembre  apriranno  le nuove stagioni teatrali e tutte le programmazioni sono già state fatte. Vediamo in particolare quelle del teatro Nuovo di Milano…

Scorrendo sul sito, trovo nell’arco dell’anno tre spettacoli di ballo: 

Astana Ballet Gala, con le coreografie di Ricardo Amarante, il  Lago dei Cigni e Revelacion tango, dell’Accademia  nazionale italiana di tango argentino.

Poi tutta una serie di commedie, comici e cantanti.

Ci sarà un Tributo ai Queen, il Jerry Calà show, un nuovo show accompagnato dalla band per ripercorrere i suoi 45 anni di carriera, un mix tra comicità musica e canzoni.

Il famoso duo comico Ale e Franz e poi Caveman, uno spettacolo che il teatro propone ogni anno, che non ho mai avuto il piacere di vedere, ma credo sia molto interessante… l’autore Rob Becker per rispondere alla domanda “E’ vero che gli uomini sono tutti stronzi?” ha condotto tre anni di studi intensi tra  antropologia, psicologia sociologia… e alla fine arriva ad una semplice conclusione, uomo e donna sono semplicemente diversi.

Avremo Iva Zanicchi, con una vita da zingara, che ripercorrerà tutta la sua bellissima carriera.

Il genere è il  teatro canzone, alla parola si alterna la musica.

Veronica Pivetti in VIKTOR und VIKTORIA

Giorgio Montanini Live, che ci proporrà una comicità tagliente e VIKTOR und VIKTORIA, sullo sfondo di una Berlino anni 30 una spassosa Veronica Pivetti ci racconterà e canterà una storia piena di intrecci e colpi di scena.

 

Il Teatro Nuovo ci propone poi 2 commedie brillanti:

Una serata con Will&Grace, la versione teatrale della famosissima serie tv , con  l’adattamento e regia di Claudio Insegno e Matteo Bocciarelli. Non ho dubbi che questo sarà veramente divertente.

E poi TOC TOC, una commedia che debutta per la prima volta in Italia, con cast di bravissimi e celebri attori, capeggiato dalla famosissima Sandra Milo.

E naturalmente non possono mancare i musicals.

Si partirà dalla “Febbre del sabato sera”, una produzione italiana, tratta da un dei film più celebri della storia del cinema.

Per arrivare a “Spamalot – i cavalieri della tavola rotonda,molto rotonda” , un  successo dell’anno scorso ,  un musical-parodia della Saga di Re Artù, tratto dal film Monty Phyton e il Sacro Graal, con la  regia di Claudio Insegno ed  Elio come  punta di diamante di un cast di professionisti.

E finalmente il Musical “Kinky Boots”, debuttato a Londra nel 2015, con  testi e musica di Cindy Lauper e libretto firmato da Harvey Fierstein. Una storia che esalta l’amicizia e la forza di credere che tutto può cambiare se si cambia la prospettiva. Sono tanto curiosa di vederlo!

Ci saranno  2 musicals per i più piccini, Annie il musical e Cinderella il Musical e il classico Christmas Gospel per Natale, insieme  al concerto di Capodanno.

Poi direttamente da Parigi la nuova produzione de “La Famiglia Addams” e “Sister act”, prodotta dalla  compagnia “I Viaggiattori” di Piacenza, che  porterà a Milano la versione di Brodway del 2011 in italiano, con la regia di  Dario Caldini.

Avremo anche “Il Violinista sul tetto”, uno dei  capolavori del teatro musicale americano, definito come uno spettacolo tra i più rivoluzionari. La trasposizione dal racconto al musical si deve al lavoro di tre grandi autori di Brodway: Joseph Stein, Sheldon Harnick e Jerry Bock , che hanno debuttato addirittura nel 1964 a Brodway.

“B.L.U.E  il musical improvvisato con i Bugiardini mi incuriosisce parecchio. 

Praticamente, grazie ai suggerimenti del pubblico, gli attori realizzano un musical diverso e unico ogni sera. I Bugiardini sono contemporaneamente attori, cantanti, compositori e ballerini e grazie all’improvvisazione e ad un mix tra musical, spontaneità e comicità, ottengono risultati sorprendenti.

Per finire ci sarà “NUNSENSE”,  il musical delle suore di Angelini e Vergoni, preso dal musical originale di Goggin del 1985,  precedente quindi al molto più famoso da noi “ Sister Act”, e “A BRONX TALE” – musical con la regia di Robert De Niro di Jerry Zaks, ambientato nella New York degli anni 60 e  pieno di numeri dance  e canzoni originali firmate  Alan Menken.

Insomma un panorama variopinto di teatro, per diversi gusti ed aspettative… pronti quindi da settembre ad esplorare e vivere musica, canzoni, balli, divertimento e arte???

 

Raffaella Toia

Raffaella Toia nata a Busto Arsizio (VA) il 9 luglio 1972. Laureata in Giurisprudenza..,ora regista dell'Associazione Teatrale Amatoriale "Clandestini". Appassionata di musical, fotografia, viaggi, danza e della vita in generale.

Leave a comment