IRAMA vincitore di Amici ’18

GODITI LA VITTORIA IRAMA !

E come ogni anno quando siamo all’ultima puntata di amici mi commuovo.
Immagino già quanti dei ben pensanti diranno… ecco l’ennesima cretina che si affeziona ad un Talent.
Ma la realtà è un’altra. 
Quello che mi prende il cuore in queste trasmissioni è vedere come questi ragazzi vivano con intensità e con tutte le loro energie il loro sogno.
Vedi brillare nei loro occhi la voglia di vincere, di emozionare e emozionarsi, di pensare che forse questa sarà la così detta volta buona e ti arrabbi quando durante il loro percorso vedi che vengono “ insultati “ e “ maltrattati” per copione e per fare audience.
E per Irama è stato proprio così.
Lui esempio per tutti i giovani artisti che nel loro percorso cadono una e più volte oppure per quelli che credono di aver raggiunto il fatidico successo e poi si rendono conto che sono ancora al primo gradino della scala dimenticati anche dal “ miglior amico di turno” affezionato non a loro ma a quello che rappresentavano.
Irama ci ha creduto e nei suoi occhi ieri sera traspariva una rabbia, tenacia e passione che non poteva non coinvolgerci.
Animale da palcoscenico sicuramente con una vocalità moderna ed estremamente interessante perché riesce a mischiare stili diversi non perdendo di mira il gusto estetico e musicale.
Certo il fatto che sia molto carino non va dimenticato sopratutto per il pubblico delle giovanissime fan già scatenate nei social e pronte ad affollare i live. Mi hanno molto colpito le parole di Ermal Meta quando ha sottolineato che lo scontro finale  Irama – Carmen era molto intenso e adrenalinico perché avveniva tra due veri talenti ribadendo “diventi un grande solo se combatti con i migliori”.
Cosa ne sarà domani di questo ragazzo? Sicuramente sarà nel vortice di un successo magari più grande di lui ma che credo  gestirà meglio di altri avendolo così tanto atteso e avendo già provato cosa voglia dire “cadere nel grade buco nero”.
Una cosa fondamentale: Caro Irama, rimani quello che sei, non farti condizionare nelle scelte e nel tuo percorso artistico dalla volontà degli altri (per quanto potrai).
Ha vinto la tua UNICITA’ che brillava nei tuoi grandi occhi verdi quasi trasparenti che ci sono arrivati dritti al cuore facendoci emozionare  no nsolo con i tuoi inediti  ma anche con brani non proprio delle ultime Hit.
Hai finalmente aperto il portone che tanto speravi si schiudesse usando la chiave giusta. Non perderla mai e nel caso te la rubassero sappi che era la tua e solo tu potrai averne l’identica copia.
Questa volta posso dire Grazie Maria… IO non Esco!!
 

 

Cristina Rampini

Nasco pianista e proseguo come artista! Perché? Perché rompo gli schemi e inizio a vivere le mie giornate e l’arte a 360 gradi senza pormi limiti, barriere e sopratutto lasciando agli Idioti il pettegolezzo e la critica fine a se stessa. Ho iniziato a 40 anni una nuova vita ma come si suol dire... meglio tardi che mai!!

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.