La fattoria degli animali sbarca su Netflix!

Avete mai sentito parlare di “La fattoria degli animali”?

Non è un libro per bambini né una canzoncina dello zecchino d’oro, è un romanzo satirico del 1900.
È stato scritto nel 1945 da George Orwell (scrittore e giornalista inglese del tempo) ed ha come soggetto il totalitarismo.
I protagonisti del romanzo sono degli animali che rappresentano le figure politiche più in vista della Russia del primo 1900. In questo modo, attraverso un’allegoria di quello russo, Orwell descrive i regimi totalitari e ne sottolinea le caratteristiche principali.
È interessante, per esempio, l’idea che venga sempre preso un nemico come capro espiatorio di tutti i mali della società per raccogliere la popolazione attorno ad una causa comune.
Il romanzo ha di particolare che siano gli animali a dar vita alle situazioni descritte: questi hanno le caratteristiche proprie delle specie a cui appartengono e tratti distintivi degli esseri umani.

Ebbene sì, tutto ciò sta per diventare un film d’animazione firmato Netflix!
Il regista Andy Serkis infatti sta lavorando al terzo film girato sul romanzo (gli altri rispettivamente nel 1954 e nel 1999). Verrà utilizzata la tecnologia della motion capture, ossia degli attori reali verranno resi personaggi animati.
Netflix ha raggiunto un accordo per produrre “La fattoria degli animali” e distribuire “Mowgli” (inizialmente della Warner Bros) che uscirà nel 2019. Si presume perciò che il film di Andy Serkis sarà a nostra disposizione nel 2020. Cast e date di uscita sono ancora in via di definizione, il cammino è ancora lungo… ma ne varrá sicuramente la pena! E intanto possiamo ingannare l’attesa leggendo il romanzo originale o guardando uno degli altri due film girati in precedenza!


 
 

 

Valentina Oliva

Ciao a tutti sono Valentina! Sono una persona solare e determinata! Cerco di dare il massimo in tutto quello che faccio e mi interesso a quante più cose possibili! Mi piace studiare e imparare nuove cose ma la mia grande passione è la recitazione. Studio anche canto e spero un giorno di poter lavorare nel mondo teatrale e nel mondo del teatro musicale.

Leave a comment