“A Christmas Carol”, il Natale arriva a teatro!

A teatro aria natalizia con “A Christmas Carol”!

Il nuovo musical della Compagnia dell’Alba debutta il 15 novembre al Teatro Tosti di Ortona in co-produzione con TSA – Teatro Stabile d’Abruzzo e con la collaboraziome della scuola d’arte New Step di Americo di Francesco e Paola Lancioni.
Come suggerisce il titolo, è tratto dal celebre racconto di Charles Dickens (“A Christmas Carol” appunto) che è un vero e proprio classico di Natale! Arriva per la prima volta in Italia a teatro, con le musiche e le canzoni di Alan Menken, grazie alla regia e alle coreografie di Fabrizio Angelini e la direzione musicale di Gabriele de Guglielmo.

Sarà in scena prima ad Ortona e successivamente a Milano, Sulmona, Colle val d’Elsa, Teramo, Campobasso, Isernia, Seregno e tante altre città anche durante le vacanze di Natale ed anche a Capodanno per concludere il tour italiano al Teatro Quirino di Roma dall’8 al 13 gennaio 2019.

A Christmas Carol

Tra i protagonisti troviamo Roberto Ciufoli nel ruolo di Ebenezer Scrooge Fabrizio Angelini, Carolina Ciampoli, Roberto Colombo, Gabriele De Guglielmo, Angelo di Figlia,  Andrea Spina, Maria Maddalena Adorni,
Cristian Cesinaro, Valentina Di Deo, Edilge Di Stefano, Alex Liotta, Claudia Mancini, Monja Marrone, Serena Mastrosimone, Arianna Milani, Yuri Pascale Langer, Giulia Rubino e Serena Segoloni. Con loro anche dei giovanissimi artisti nei ruoli dei più piccini che si alterneranno in tre diversi cast: Ilaria Carafa, Chiara Luna Casturà, Andrea Pio De Carolis, Gianvito Giuliani, Nikita Lebedev, Mariele Oliva,Alessio Pantaleo, Alberto Salve, Davide Tucci.

Il racconto è la storia di un uomo, Ebenezer Scrooge, incredibilmente avaro e (apparentemente) senza cuore che vive nella notte di Natale del 1843 un’esperienza che gli cambia la vita completamente.
Grazie alla magia di quella sera egli può vedere i suoi natali futuri, quelli passati e quello presente così da rendersi conto di quanto sia misera una vita senza amore, una vita di solo denaro.

Anche la Disney l’ha riproposto in più occasioni, sia in versione Topolino che con la tecnica “Motion picture” nel 2009.

Dickens scrisse questa storia ambientandola nella sua epoca, l’etá Vittoriana, e assolvendo le richieste che la mentalità del tempo imponeva: soddisfando così sia una classe borghese sfruttatrice ed ipocrita, sia una classe lavoratrice speranzosa di ricevere un aiuto dai “compassionevoli” ricchi.

Insomma, per gli adulti questa storia è un pozzo di spunti su cui riflettere, e per i più piccini è una vera e propria magia che si compie nel segno dell’atmosfera natalizia. Ora non ci resta che andare tutti a vederla a teatro!

 

A christmas carol

 

Valentina Oliva

Ciao a tutti sono Valentina! Sono una persona solare e determinata! Cerco di dare il massimo in tutto quello che faccio e mi interesso a quante più cose possibili! Mi piace studiare e imparare nuove cose ma la mia grande passione è la recitazione. Studio anche canto e spero un giorno di poter lavorare nel mondo teatrale e nel mondo del teatro musicale.

Comments (1)

  • Avatar

    angela

    Il giorno della befana,,,mi sono recata a vedere questo spettacolo a Bologna e volevo scappar via già dopo i primi 10 minuti.!!!! Un musical fatto nei peggiori dei modi, Una sola melodia riproposta ininterrottamente per un ora e mezza vi ho trovato persino i soldatini dello schiaccianoci!!! Cosa c’entravano non lo sò. La gente rideva alle battute del protagonista…Come se Scrooge potesse far battute!!! Quello che sò è che gli applausi erano forti e sonori (questo dimostra quanto poco conoscessero di Dickens) penso in tutta umiltà che la gente sia ormai abituata al peggio e lo innalzi ingiustamente al podio degli onori con estremo disgusto dei pochi che han letto il libro e viste le ottime proposte cinematografiche del racconto, Peccato !!! Ma forse la colpa è stata mia, ho peccato di ingenuità cosa potevo aspettarmi da un comico

     

    Reply

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.