Buon compleanno Barbara De Rossi!

barbara de rossi

Auguri Barbara De Rossi!

PERCHE’?

Oggi facciamo gli auguri di buon compleanno a Barbara De Rossi!

Come perché?!

Perché è una attrice dalle mille sfaccettature, una donna sempre disposta ad imparare, sempre pronta a raccogliere la sfida di una nuova prova.

60 è un bel traguardo, soprattutto se da più di 40 anni sei nel mondo dello spettacolo sempre con eleganza,  serietà e professionalità.

Lo so! Lo so, il bon ton vuole che non si sottolinei l’età di una donna, ma quando la donna è Barbara De Rossi che non ha mai mostrato di tenere all’apparenza ma piuttosto ai contenuti, ci si può permettere di dare qualche numero.

LA CARRIERA

E’ giovanissima Barbare De Rossi, appena sedicenne, quando viene notata ad un concorso di bellezza da Lattuada e quindi poi convocata e presa per essere la figlia di Marcello Mastroianni nel film “ Così come sei” e solo un paio di anni dopo con Virna Lisi nel film “La cicala”.

Recita anche accanto a Francesco Nuti nel film “Son contento”.

E non dimentichiamo che si trova anche a recitare accanto a Klaus Kinski nel 1988, in Nosferatu a Venezia

La grande occasione che la porta alla notorietà di un vasto pubblico è il personaggio di Titti Pecci Scialoia, una giovane marchesa eroinomane, diretta da Damiano Damiani con Michele Placido, nella prima serie de La Piovra.

Da li in poi sono veramente numerose le miniserie, fiction, film per la TV che Barbara interpreta, spesso a fianco di attori di valore o diretta da registi importanti.

Alcuni nomi per ricordare la grande varietà di ruoli che ha interpretato e i grandi attori a fianco dei quali si è trovata a recitare: IO e il Duce, dove interpretava Claretta Petacci, a fianco di Vittorio Mezzogiorno, Annie Girardot, Anthony Hopkins; Mamma Ebe con Alesandro Haber (con il quale ha partecipato anche alla Mostra del Cinema di Venezia); Due madri e Pronto Soccorso con Claudio e Ferruccio Amendola; per canale 5 “Le tre rose di Eva” dove interpreta Eva Taviani e “Pupetta – Il coraggio e la passione”

Si dedica anche al teatro, Barbare De Rossi, seppure in forma minore.

Un grande successo è stato “L’anatra all’arancia” con Marco Columbro, più di 400 repliche.

In seguito però sceglie di accantonare momentaneamente l’esperienza teatrale, poiché, come ha dichiarato in un intervista, il teatro la teneva troppo lontana da casa in un periodo in cui sua figlia (Martina Tesanovic) era ancora piccola e aveva bisogno della sua presenza.

Attività teatrale che ha ripreso in questi ultimi anni in coppia con Francesco Branchetti, la loro ultima fatica, interrotta dal lockdown, è stata “Un grande grido d’amore”.

Ma Barbara De Rossi non si è accontentata solo di fare l’attrice, si è messa in gioco anche con altre esperienze come partecipare a “Ballando con le stelle” dove si è classificata terza.

Ha partecipato anche a “Tale e Quale Show”. Si è trattata anche questa di una grande sfida, dove  come per Ballando con le stelle, ha dovuto studiare per poter interpretare le performance ad un buon livello, anzi direi che il livello è stato ottimo a giudicare dagli apprezzamenti ricevuti.

E nel 2015 partecipa anche al talent show “Notti sul ghiaccio” perché un sua grande passione è il pattinaggio su ghiaccio

Infine Barbara ha gestito anche il ruolo di conduttrice e dal 2013 ha condotto la trasmissione “Amore criminale” per diverse stagioni, una trasmissione dedicata alle storie di cronaca nera che coinvolgono le donne.

Perché Barbara De Rossi è anche impegnata nella difesa di diritti civili, infatti è iscritta dal 1998 all’associazione “Salvamamme” che si pone lo scopo di aiutare mamme in difficoltà economiche, ma non solo.

UNA PROFESSIONISTA

Come si vede una carriera ricca, intensa.

Quello che soprattutto colpisce di Barbara è la serietà, la determinazione, la riservatezza e la grande umiltà.

Per sua stessa ammissione, quando fu notata da Lattuada era giovane, bella e avrebbe potuto sfruttare queste sue caratteristiche per fare una carriera facile, con dei B movie, invece si è messa a studiare recitazione, ha avuto la fortuna di essere diretta e di recitare accanto a nomi importanti della scena italiana e non solo italiana, e ha assorbito, imparato sempre dai suoi colleghi.

Anche quando si è trattato di partecipare ai talent ha visto questo come l’opportunità per imparare cose nuove, che comunque sarebbero andate a far parte del suo bagaglio di attrice a tutto tondo.

Tutto questo per quanto riguarda il lavoro, perché al di fuori di questo Barbara De Rossi non è per niente mondana, non ama gli incontri per mostrarsi in vetrina, si occupa invece della famiglia.

Infine ultima attività a cui si è dedicata Barbara è stata anche la scrittura, è uscito infatti nel 2015 il libro “Bibbi esce dall’acqua. Una donna, tante donne, la forza di lottare per amore” edito da Rizzoli, che è una sua autobiografia.

GLI AUGURI

Ecco perché ci piace ricordarla e farle gli auguri, perché è una brava attrice, una grande professionista, che ha saputo dedicare forze e attenzioni e studio per essere sempre precisa e all’altezza, per diffondere e difendere i suoi valori con i ruoli che ha interpretato.

Tanti auguri BARBARA!

 

Elena Grossi

Sono... un medico!...? Una pediatra... e quindi cosa ho a che fare con l'arte? Forse perché nella mia... lontana... adolescenza sono stata a lungo combattuta (prima di essere travolta dalla passione per la medicina) tra l'idea di frequentare il Conservatorio, piuttosto che il liceo Artistico e l'Accademia, forse perché l'essere sempre a contatto con i bambini ha mantenuto il mio animo giovane e sognatore, fatto sta che mi sono riavvicinata al mondo dell'arte, prima attraverso la danza, poi attraverso la pittura. Non ho mai tralasciato in tutti questi anni di andare a vedere film, teatro, concerti e soprattutto lo straordinario Notre Dame de Paris che mi ha portato ad avvicinare anche tutto quel mondo che sta dall'altro lato del palcoscenico! In qualche modo ho scoperto attraverso i miei vari percorsi di formazione della mia professione e delle mie passioni che il godere, fruire dell'espressioni artistiche, così come anche il praticarle direttamente possono essere terapeutiche per i sussulti, i disagi, i mali, ma anche i sogni dell'anima. Credo che per il benessere, l'armonia di ogni essere umano dovremmo tutti, almeno in qualche momento della nostra vita, praticare una qualche espressione artistica. Per tutti questi concatenarsi di motivi, non ultimo anche la mia passione nel vedere nascere, crescere e sbocciare questi nuovi giovani talenti, mi ritrovo in questa community di gioiosamente pazzi artisti, sperando di poter portare il mio piccolo sassolino alla grande montagna dell'arte.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.