Ciao Stan Lee

STAN LEE: una leggenda immortale.

Il papà dei fumetti Marvel, il creatore di questo splendido universo, proprio lui, Stan Lee, non c’è più.
Si è spento a 95 anni, devastando tanti cuori con la sua dipartita.
E’ un giorno molto triste per i fan che, dal 12 novembre, omaggiano la sua scomparsa con frasi bellissime in suo onore, immagini che lo rappresentano nei suoi momenti migliori e citazioni fatte da lui stesso e che sono rimaste impresse nei cuori di tutti.
Se posso dire la mia sull’argomento, posso tranquillamente affermare quanto vuoto abbia lasciato questa notizia, arrivata come un fulmine a ciel sereno.
Si sapeva che non stesse bene, anche perché aveva la sua bella età ma, nonostante questo, credo che sia praticamente impossibile non piangerne la morte o comunque provare un gran senso di tristezza, se si è fan di questo genere di universo.

Stan Lee ha dato colore all’immaginazione, ha costruito un mondo fatto di supereroi e supereroine, ha dato un significato alla fantasia associandola alla vita comune e di tutti i giorni.
Ha insegnato che possiamo essere tutti dei super eroi, che tutti possiamo fare del bene e contribuire al benessere del mondo e della società alla quale apparteniamo.
Stan Lee è stato un genio.
E’ stato quel personaggio che, spesso, mi ha ricordato quanto sia importante credere fermamente nei propri sogni e che niente  e nessuno deve fermarci dal realizzare ciò che amiamo. Spesso lui si è sentito in difetto perché, parole sue, “solo un semplice fumettista, rispetto a chi avesse una carriera in medicina o giurisprudenza”. Poi, però, sorridente, capiva quanto ogni lavoro sia importante a modo suo. Perché anche i lavori che stimolano la fantasia, che ci trasportano in un mondo nuovo, diverso, che ci distraggono ed intrattengono… valgono tanto.
E questo, Stan Lee, l’ha dimostrato egregiamente.
E’ stato commovente vedere tutti gli attori che hanno collaborato con lui, esprimere le condoglianze e pensieri d’affetto nei suoi confronti, ringraziandolo di aver regalato loro un sogno e la possibilità di essere l’eroe che tanti giovani, ma anche adulti, hanno sempre immaginato di vedere sul grande schermo.

Grazie maestro per quello che hai fatto: la Marvel è parte di me da tanti anni, ci sono cresciuta.
Sono contenta che tu sia riuscito a filmare il tuo ultimo cameo in Avengers 4.
Almeno, tutti quanti, potremo vederti sul grande schermo un’ultima volta.

 

Valentina Puggioni

Sono Valentina, sono un'attrice e doppiatrice, con grandi sogni nel cassetto e tante speranze nel cuore. Spero che possiate trovare interessanti i miei articoli e che possiate anche divertirvi un po'. Il mio proverbio preferito è: "Carpe Diem."

Comments (1)

  • Avatar

    Elena gerossi

    Aggiungo che i suoi fumetti, le sue storie, hanno insegnato tanto anche sui “diversi”, sulla ricchezza della “diversità”, su come si può scegliere se questa diversità possa essere un’opportunità da mettere a servizio anche degli altri oppure se diventi una ferita fonte di dolore e rabbia che ci fa odiare tutto il mondo.
    Altro che “solo fumetti”!!!

     

    Reply

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.