A cena con Maria De Filippi

Una cena con Maria De Filippi??

Come ogni mattina mi devo svegliare per andare a scuola, ma questa mattina c’è un’aria diversa… ho fatto un sogno a dir poco sogno, ora ve lo racconto!
Squilla il cellulare, guardo “numero sconosciuto”, di solito non rispondo, ma questa volta decido di rispondere, magari è importante. “Pronto?!”
“Ciao Giorgia, sono Maria De Filippi, ti chiamo per chiederti se avessi voglia di venire a cena con me”
“Maria… De Filippi????”
“Si sono io, mi conosci vero?”
“Sì…sì so chi sei…”
“Allora ti va di venire a cena con me?”
“Certo, molto volentieri!”
“Bene, ti passo a prendere alle 20:00”
Mette giù. Io molto scioccata ho ringraziato l’istinto che mi ha fatto rispondere al cellulare e inizio a pensare a cosa potrei mettermi.
Arrivano le 20:00, lei passa a prendermi, andiamo a cena in un ristorante di classe.
Molto curiosa del suo invito le chiedo: “Come mai mi hai invitato a cena?” E lei mi risponde: “Volevo che ti divertissi un po’, senza pensare ad altro”… ero sempre molto insospettita, mi sembrava alquanto strano. Ma ho colto l’occasione per conoscerla meglio, per farle delle domande:
“Senti Maria, ma visto che siamo qua io ne approfitterei per farti qualche domanda: com’è stato fare San Remo l’anno scorso?”
“All’inizio ero spaventata, non sono solita cambiare “casa”. Ho fatto lavorare molto gli altri, studiavamo fino a tardi… ma poi in realtà mi sono accorta che potevo anche non studiare perché tanto sul palco il tempo per parlare con i cantanti era proprio esagerando 4 secondi. Mi sono molto divertita”
“Hai presentato Amici sin dalla prima edizione, ormai siamo arrivati alla 17 esima: è strano per te sentire in radio le canzoni dei ragazzi?”
“Molto tempo fa lo era. La prima volta fu con Marco Carta. Sentii passare in radio la sua canzone e addirittura lo chiamai. Al tempo i talent per la radio erano “feccia” perciò per me era davvero strano sentirlo in radio. Adesso no, ci siamo evoluti e le sento spesso le canzoni dei miei ragazzi in radio!”
“Un’ultima domanda.. non vorrei essere troppo indiscreta: che emozione provi ogni volta prima di entrare in scena?”
“Beh… ogni volta è un colpo al cuore. Mi tremano sempre le gambe prima di iniziare le trasmissioni qualunque esse siano. Ho sempre paura di sbagliare, di dimenticarmi quello che devo dire/fare. Alla fine una volta che ho iniziato e sono dentro, non ci faccio più caso. Amo il mio lavoro.”
Insomma, è stata davvero gentilissima e disponibile. Mi è piaciuta molto l’ultima frase “amo il mio lavoro”. Auguro a tutti voi, ma soprattutto a me stessa, che un domani potrò amare il lavoro che farò, sarà molto più bello e peserà di meno andare a lavorare!!
Ora devo andare a scuola, spero che questo sogno diventi realtà un giorno magari…
Ah e per finire: ho mangiato le linguine alle vongole più buone di tutta la mia vita!!!

 

Giorgia Rebuffi

Mi chiamo Giorgia, amo cantare; ballare ed essere me stessa ovunque. Scrivo e farlo mi rende libera!😉 Non sono affettuosa, ma qualche volta mi concedo due coccole...

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.

Potrebbe interessarti anche…