Aggiungi un posto a tavola – La nostra recensione!

aggiungi un posto a tavola

Aggiungi un posto a tavola: fino a domenica 26 gennaio al Teatro Degli Arcimboldi!

  • PRESENTAZIONE
  • LO SPETTACOLO
  • IL CAST
  • SCENOGRAFIA
  • LE CONCLUSIONI
PRESENTAZIONE

“Aggiungi un posto a tavola” è in scena dal 17 al 26 Gennaio al Teatro degli Arcimboldi.
150 sono state le repliche che hanno portato Aggiungi un posto a tavola in giro per l’Italia in questa terza tournée che ha inizio a Genova e che vede per la prima volta coinvolta l’orchestra sinfonica.
Rappresentata per la prima volta nel 1974, fu un successo senza precedenti, con centinaia di migliaia di spettatori entusiasti, affermandosi anche sulla scena internazionale con oltre 30 edizioni e circa 15 milioni di spettatori, in Inghilterra, Austria, Cecoslovacchia, Portogallo, Spagna, Russia, Ungheria, Messico, Argentina, Cile, Brasile, Venezuela, Finlandia.

SPETTACOLO

La storia narra le avventure di Don Silvestro, parroco di un paesino di montagna, che un giorno riceve una telefonata inaspettata: Dio in persona lo incarica di costruire una nuova arca per affrontare l’imminente secondo diluvio universale. Don Silvestro, aiutato dai compaesani, riesce nella sua impresa, nonostante l’avido sindaco Crispino che tenterà di ostacolarlo in ogni modo e l’arrivo di Consolazione, donna di facili costumi, che metterà a dura prova gli uomini del paese.
Finita l’arca, al momento dell’imbarco, interviene un cardinale inviato da Roma che convince la gente del paese a non seguire Don Silvestro che a suo dire disonora l’abito che porta. Comincia il diluvio, sull’arca si ritrovano solo Don Silvestro e Clementina, la giovane figlia del sindaco perdutamente innamorata di lui. L’acqua incomincia a sommergere i paesani, Don Silvestro decide di abbandonare l’arca, rifugio sicuro, per condividere con i suoi fedeli quel terribile momento. Un gesto infinito d’amore. Allora Dio, vedendo fallire il suo progetto, interrompe il diluvio e fa uscire l’arcobaleno. Come si concluderà la vicenda di Don Silvestro?

CAST

GIANLUCA GUIDI – Don Silvestro

aggiungi un posto a tavola
Gianluca Guidi

Eccellente l’interpretazione di Gianluca Guidi che con una forte presenza scenica e una bellissima voce sa far amare il suo personaggio fin dal primo momento in scena.

PIERO DI BLASIO – Toto

aggiungi un posto a tavola
Piero di Blasio

Toto è il più ingenuo del gruppo e Piero riesce perfettamente a sembrarlo. Consolazione cambierà radicalmente il suo modo di pensare.

CAMILLA NIGRO – Clementina

aggiungi un posto a tavola
Camilla Nigro

Grande presenza scenica e voce molto squillante e limpida. Strepitosa nella canzone “Peccato che sia peccato”

LORENZA MARIO – Consolazione

aggiungi un posto a tavola
Lorenza Mario

Una donna dai facili costumi dalla quale Clementina di recherà per ricevere dei consigli d’amore. Nel corso del tempo incontrerà Toto che stravolgerà la sua vita. Lorenza Mario con la sua voce potente e la sua eleganza ci regala una Consolazione di gran classe!

LA VOCE DI LASSU’ – Enzo Garinei

aggiungi un posto a tavola
Enzo Garinei

“La Voce di Lassú” è di ENZO GARINEI: un Dio che scherza e fa autoironia grazie alla voce fuori campo.

SCENOGRAFIA

La scenografia è progettata da Gabriele Moreschi: la vicenda si svolge tutta tra la chiesa e la piazza dove si trova la statua di San Crispino.
È una struttura tutta fatta di legno che gira all’occorrenza e all’interno della quale gli stessi personaggi costruiscono l’arca.
Durante il diluvio, viene calato un telo sul quale vengono proiettate la pioggia e i fulmini in modo molto realistico!
È un musical di Garinei e Giovannini con le musiche di Armando Trovajoli.
Le coreografie appartengono a Gino Landi e Cristina Arró: alcune movimentate ed altre invece molto dolci, sono coinvolgenti e molto belle.

CONCLUSIONI

È uno spettacolo molto divertente che bisogna assolutamente andare a vedere almeno una volta nella propria vita.
Tratta il tema religioso del diluvio universale in modo simpatico e divertente.
Passerete 3 ore a ridere e ad identificarvi con alcuni comportamenti molto comuni dei personaggi che risulteranno essere proprio.. “come noi”!

 

Giorgia Rebuffi

Mi chiamo Giorgia, amo cantare; ballare ed essere me stessa ovunque. Scrivo e farlo mi rende libera!😉 Non sono affettuosa, ma qualche volta mi concedo due coccole...

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.