• Featured

Gianfranco Jannuzzo incanta il Manzoni!

Gianfranco Jannuzzo interpreta il Ciampa ne Il berretto a sonagli: al Teatro Manzoni fino al 27 ottobre!

  • IL BERRETTO A SONAGLI
  • LA VERSIONE DI FRANCESCO BELLOMO
  • INTERPRETI
  • SCENOGRAFIA
  • CONCLUSIONI

IL BERRETTO A SONAGLI

Il berretto a sonagli è una commedia, scritta da Pirandello nel 1916, che vede protagonisti la verità e la vergogna.
La verità, sacra ma profanata per amor dell’apparenza, è la massima ribellione della moglie del Cavalier Fiorica. La donna è disposta a lasciare il suo paese, la sua casa e la sua famiglia pur di poter vivere senza finzione.
La vergogna è il sentimento intorno a lei più diffuso, da sua madre alla donna di servizio: tutti provano vergogna nell’ammettere e nel veder riconosciuto pubblicamente ciò che tutti già conoscono, la relazione adultera che il Cavalier Fiorica intrattiene con la moglie del Ciampa.

LA VERSIONE DI FRANCESCO BELLOMO

Nella versione portata in scena al Teatro Manzoni da Francesco Bellomo (che si occupa di adattamento e regia) il testo di Pirandello viene manovrato per “evidenziare la spontaneità della vis comica pirandelliana” tramite l’aggiunta di un prologo in flashback e di alcune scene tagliate.

GLI INTERPRETI


Il Ciampa è interpretato magistralmente da Gianfranco Jannuzzo, impeccabile e quanto mai veritiero, che ogni poche battute ottiene un caloroso applauso dalla platea.
Gli altri interpreti hanno saputo reggere senza difficoltà il confronto con Jannuzzo, evitando squilibri che avrebbero danneggiato la resa complessiva dello spettacolo.
Il personaggio di Beatrice Fiorica è interpretato da Emanuela Muni con estrema eleganza, tanto che ci ricorda la Sophia Loren dei tempi d’oro; il fratello di Beatrice è Alessio di Clemente e sua madre, estremamente comica, è Anna Malvica. Menzione particolare meritano Carmen Di Marzo, la Saracena, che rende il suo personaggio estremamente interessante e accattivante, Alessandra Ferrari, la donna di servizio, con un perfetto accento siciliano e Rosario Petix, l’esilarante commissario. Nel ruolo della moglie del Ciampa vediamo invece Claudia Tosoni.

LA SCENOGRAFIA

La scenografia è elegante, come i costumi di ambientazione fine ottocentesca, e muove dai toni del nero e del grigio a quelli del panna e dell’avorio.

CONCLUSIONI


Un testo difficile da portare in scena che, complici dei leggeri cali di ritmo, a volte risulta poco brillante e difficoltoso da seguire, ma la bravura del cast riesce a tenere alta l’attenzione del pubblico.

 

Valentina Oliva

Ciao a tutti sono Valentina! Sono una persona solare e determinata! Cerco di dare il massimo in tutto quello che faccio e mi interesso a quante più cose possibili! Mi piace studiare e imparare nuove cose ma la mia grande passione è la recitazione. Studio anche canto e spero un giorno di poter lavorare nel mondo teatrale e nel mondo del teatro musicale.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.