Nero a metà 2: passione e sensi di colpa, episodi 7 e 8

nero a metà

Passione, sensi di colpa e nuove ombre negli episodi 7 e 8 di Nero a metà

NERO A METÀ

Nero a metà questa settimana raddoppia!

Già, perché, oltre al consueto appuntamento del giovedì, questa settimana l’ispettore Carlo Guerrieri e il suo commissariato ci hanno fatto compagnia anche di lunedì.

Proprio ieri sera infatti sono andati in onda gli episodi 7 e 8 della fiction targata Rai con protagonista Claudio Amendola.

EPISODIO 7 “QUANTO È DIFFICILE CAMBIARE”

Muzo torna finalmente in servizio! È una grande festa per il commissariato capeggiato da Guerrieri, ma il lavoro chiama e i poliziotti si mettono subito al lavoro.

Si indaga su una nuova pista per l’uccisione di Paolo Moselli, il figlio di Marta. Si scopre che il ragazzo aveva incontrato un certo Michele in un bar sconosciuto.

Marta lo conosce molto bene, è un amico di infanzia di Paolo e risulta, apparentemente introvabile.

Nel frattempo il commissariato è al lavoro anche sul caso di Paola De Vecchio, assistente sociale trovata morta nel suo garage.

La donna lavorava con donne vittime di violenza domestica ed affiancava uno psicologo nell’aiutare gli uomini maltrattanti a smettere di essere violenti.

Dopo ricerche e analisi condotte dai vari componenti del commissariato, si arriva a scoprire la verità: Paola è stata uccisa da un uomo (estremamente violento) che sperava di convincerla a permettergli di vedere sua moglie.

Alba è invece alle prese con la ricerca di sua mamma: la donna è a Ginevra e lei è decisa a raggiungerla. La ragazza scopre che la mamma si è costruita una nuova famiglia e, delusa, rientra a Roma.

A sua insaputa va con lei Malik, e tra i due scatta di nuovo la scintilla.

Cristina ha capito che Carlo l’ha tradita e chiede consiglio ad Alba su come gestire la dolorosa situazione. Il dialogo è sempre la soluzione migliore.

EPISODIO 8 “UN GIOCO PERICOLOSO”

Un nuovo caso arriva in commissariato: il personal trainer Zampinelli è stato ucciso da una dose massiccia di Tallio.

Chi l’avrà avvelenato?

Mentre le piste si sdoppiano, spunta un’amante più affezionata delle altre: è la moglie del proprietario dello Sporting Club, dove Zampinelli è morto.

Anche la donna accusa un malore, e si scopre sia stata avvelenata con la stessa sostanza.

A questo punto, controllando i conti bancari, la soluzione è chiara: la figlia di lei ha tentato di avvelenarla, e Zampinelli è stato solo uno sfortunato incidente di percorso.

E sempre grazie ai conti bancari Michele (l’amico di Paolo Moselli) viene trovato in una pensione alla periferia di Roma e confessa di aver chiesto a Paolo di aiutarlo nel trasporto di una partita di droga. Non sembra essere però la pista giusta.

Intanto un uomo del commissariato scopre che il suo telefono, come quello di Paolo, Olga e Muzo, è stato hackerato ed è controllato da un’app sconosciuta.

Prima di riuscire ad avvisare Guerrieri e la sua squadra però, viene ucciso sotto casa. Tutti capiscono però di avere i cellulari hackerati, addirittura da 5 mesi: chi c’è dietro a tutto questo? Chi controlla il commissariato?

Alba intanto, dopo una brutta discussione con Giovanna (Angela Finocchiaro), torna al lavoro e confessa ad Enea della sua notte di passione con Malik: ma non ha significato niente per lei, vuole Enea.

Attendiamo con ansia giovedì per scoprire i nuovi episodi di Nero a metà!

 

Valentina Oliva

Ciao a tutti sono Valentina! Sono una persona solare e determinata! Cerco di dare il massimo in tutto quello che faccio e mi interesso a quante più cose possibili! Mi piace studiare e imparare nuove cose ma la mia grande passione è la recitazione. Studio anche canto e spero un giorno di poter lavorare nel mondo teatrale e nel mondo del teatro musicale.

Comments (1)

  • Nero a metà 2: la verità si avvicina - Minstrels

    […] Nero a metà 2 ci ha accompagnato nelle ultime settimane con i suoi colpi di scena e le indagini del commissariato di Guerrieri, ed ora sta per salutarci. […]

     

    Rispondi

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.