PFM canta De André Anniversary

de André

PFM canta De André Anniversary

Teatro Dal Verme
Lunedì 20 Maggio 2019 ORE 21:00
Giovedì 30 Maggio 2019 ORE 21:00

In occasione del quarantennale dei live “Fabrizio De André e PFM in concerto” e a vent’anni dalla scomparsa del poeta, PFM – Premiata Forneria Marconi, è tornata sui palchi di tutta Italia con PFM canta De André – Anniversary, un tour per celebrare il fortunato sodalizio con il cantautore genovese.

Per rinnovare l’abbraccio tra il rock e la poesia.

“ questa non è la “solita reunion” ma una vera e propria festa, che noi abbiamo allestito con grande cura. “ (Franz di Cioccio)

Il concerto è diviso in tre parti, tutte introdotte da il mitico Franz di Cioccio.

La prima ripercorre la scaletta originale del live con De André.

L’inizio non poteva essere che Bocca di rosa, che subito suscita gli entusiasmi del pubblico, seguita da La guerra di Piero, Andrea, Il giudice, Rimini e Giugno 73.

Il pubblico si è scaldato, giovani e meno giovani stanno cantando con la band.

Seconda parte, sono brani della “La Buona Novella “ con gli arrangiamenti che la band aveva realizzato nel 2008 per il disco tributo.

Vengono eseguiti in un continuum senza interruzioni tra un brano e l’altro.

Qui si possono godere le più pure e caratteristiche espressioni musicali della PFM, rock arricchito, ammorbidito dalle melodie da cantastorie di De André.

La musica è vibrazione ed energia, ma con suoni morbidi e rotondi, un vero bagno emozionale.

“pensiamo che la musica sia un’emozione che resta sulla pelle, appunto come un tatuaggio indelebile… “ (Franz di Cioccio)

L’infanzia di Maria, Il sogno di Maria, Maria nella bottega del falegname e, non poteva mancare, Il testamento di Tito.

bmd

Infine terza parte!

Franz di Cioccio la introduce come un viaggio nel tempo!
Franz raggiunge la “sua” batteria le luci si fanno più scure, blu notte e…brivido… la band suona… ma la voce… la voce è quella di Fabrizio, la canzone è “La canzone di Marinella”!

Come dirà dopo per il tempo di una canzone, sul palco son stati in dieci!.

Si prosegue con ancora alcuni brani del vasto repertorio : Zirichitaggia, Volta la carta, Amico fragile.
Il concerto volge ormai al termine.

La band esce, ma ovviamente viene invocata a gran voce al rientro.
Grande bis “Il Pescatore” cantato da tutta la sala e infine una musica della band: Impressioni di Settembre.

Grande concerto, come sottolineò a suo tempo Fabrizio De André:

“La nostra tournée è stata il primo esempio di collaborazione tra due modi completamente diversi di concepire e eseguire le canzoni.” (De André)

Questa collaborazione, integrazione di questi due mondi così diversi ha prodotto una musica che colpisce al cuore, che non può lasciarti indifferente, che, penso di poter dire,  durerà in eterno o comunque per molti, molti anni ancora.

Non perdetevi la prossima data, sempre al teatro Dal Verme il 30 maggio e…attenzione… nuova data annunciata proprio ieri sera: 3 dicembre al teatro degli Arcimboldi.

 

Elena Grossi

Sono... un medico!...? Una pediatra... e quindi cosa ho a che fare con l'arte? Forse perché nella mia... lontana... adolescenza sono stata a lungo combattuta (prima di essere travolta dalla passione per la medicina) tra l'idea di frequentare il Conservatorio, piuttosto che il liceo Artistico e l'Accademia, forse perché l'essere sempre a contatto con i bambini ha mantenuto il mio animo giovane e sognatore, fatto sta che mi sono riavvicinata al mondo dell'arte, prima attraverso la danza, poi attraverso la pittura. Non ho mai tralasciato in tutti questi anni di andare a vedere film, teatro, concerti e soprattutto lo straordinario Notre Dame de Paris che mi ha portato ad avvicinare anche tutto quel mondo che sta dall'altro lato del palcoscenico! In qualche modo ho scoperto attraverso i miei vari percorsi di formazione della mia professione e delle mie passioni che il godere, fruire dell'espressioni artistiche, così come anche il praticarle direttamente possono essere terapeutiche per i sussulti, i disagi, i mali, ma anche i sogni dell'anima. Credo che per il benessere, l'armonia di ogni essere umano dovremmo tutti, almeno in qualche momento della nostra vita, praticare una qualche espressione artistica. Per tutti questi concatenarsi di motivi, non ultimo anche la mia passione nel vedere nascere, crescere e sbocciare questi nuovi giovani talenti, mi ritrovo in questa community di gioiosamente pazzi artisti, sperando di poter portare il mio piccolo sassolino alla grande montagna dell'arte.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.