The Boys in the Band – “I magnifici 9” – La nostra recensione!

the boys in the band

The Boys in the Band: uno spettacolo che ancora oggi ha tanto da dire

  • PRESENTAZIONE
  • LA TRAMA
  • IL CAST
  • REGIA E SCENOGRAFIA
  • CONCLUSIONI
PRESENTAZIONE

The Boys in the Band è una commedia americana del 1968 scritta da Mart Crowley.
Nel 1970 poi il regista William Friedkin ne ha proposto un adattamento cinematografico intitolato “Festa per il compleanno del caro amico Harold“.
Per l’Italia si è occupato della traduzione e dell’adattamento Costantino della Gherardesca.

Pare che Netflix stia producendo un remake di The Boys in The Band che uscirà proprio nel 2020.

TRAMA

The Boys in the Band racconta ciò che accade ad una normale festa di compleanno, quella di Harold appunto.
Normale oggi e normale per noi, non per tutti normale cinquant’anni fa.
Harold e i suoi amici sono infatti tutti omosessuali e incarnano le differenti tipologie di persone che lo spettatore immaginava o non immaginava essere gay.
Michael organizza la festa e invita il loro gruppo di amici a festeggiare Harold, li raggiunge anche un amico “normale” di Michael: Alan.
Alan odia gli “invertiti”, così li chiama, e non lo nasconde affatto. Da ciò la serata evolve inaspettatamente verso un finale tutt’altro che positivo.

IL CAST
FRANCESCO ARICO’ – Michael
the boys in the band
Francesco Aricò

E’ Francesco Aricò ad interpretare il personaggio maggiormente presente in The Boys in The Band. Non convince del tutto la sua interpretazione che spesso risulta poco dinamica e povera di sfumature.

PAOLO GARGHENTINO – Harold
the boys in the band
Paolo Garghentino

Il suo Harold, estremamente snob ed ironico, è perfettamente reso grazie ad una grande capacità interpretativa che non manca di emergere fin dalle sue prime battute.

GABRIO GENTILINI – Donald
the boys in the band
Gabrio Gentilini

Il suo personaggio, Donald, è uno tra i più composti in The Boys in The Band e Gabrio Gentilini riesce a restituire quest’immagine al pubblico: bravissimo!

ETTORE NICOLETTI – Hank
the boys in the band
Ettore Nicoletti

Hank, l’uomo che all’apparenza nessuno riterrebbe omosessuale: con grande eleganza Ettore Nicoletti interpreta questo personaggio in maniera eccellente.

ANGELO DI FIGLIA – Emory
the boys in the band
Angelo di Figlia

Esilarante nei panni di Emory, Angelo Di Figlia è spesso al centro dell’attenzione sul palco per la sua esuberanza e le sue battute rese con tempi comici perfetti.

MICHAEL HABIBI NDIAYE – Bernard
the boys in the band
Michael Habibi Ndiaye

Sempre con Emory, Bernard è il suo “braccio destro” e con lui Michael Habibi Ndiaye diverte il pubblico con spassose gag.

FEDERICO ANTONELLO – Larry
the boys in the band
Foto di Federico Antonello

Infedele per natura, Larry convive con Hank e con lui battibecca in continuazione: Federico Antonello è perfettamente credibile nei panni di quest’uomo e stupisce il pubblico in particolare durante il momento che culmina con la sua telefonata.

SAMUELE CAVALLO – Alan
the boys in the band
Samuele Cavallo

Spettatore di una serata a cui apparentemente non avrebbe voluto presenziare, Alan è costantemente combattuto tra l’ammettere la propria natura e il rinnegarla. Samuele Cavallo riesce a restituire questa contraddizione al pubblico.

YURI PASCALE LANGER – Cowboy
the boys in the band
Yuri Pascale Langer

Nel suo ruolo di “regalo a sorpresa”, Yuri Pascale Langer con poche battute sa come divertire e sdrammatizzare anche nelle situazioni più complesse.

REGIA E SCENOGRAFIA

La regia di The Boys in The Band è di Giorgio Bozzo: insieme alle scenografie concorre alla sensazione di “spiare” a casa di qualcuno grazie ai mobili usati e alla ricerca di estrema naturalezza rispetto allo spazio scenico che si suddivide su due piani.

LE CONCLUSIONI

The Boys in the Band è di certo uno spettacolo che oggi ha in sé delle ovvietà per fortuna superate. Non per questo però bisogna dare per scontati i suoi messaggi che hanno ancora tanto da dire al pubblico italiano e non. E’ giusto che questa storia continui ad essere raccontata per riflettere e per superare le stupide barriere che ancora molti di noi si costruiscono!

 

Valentina Oliva

Ciao a tutti sono Valentina! Sono una persona solare e determinata! Cerco di dare il massimo in tutto quello che faccio e mi interesso a quante più cose possibili! Mi piace studiare e imparare nuove cose ma la mia grande passione è la recitazione. Studio anche canto e spero un giorno di poter lavorare nel mondo teatrale e nel mondo del teatro musicale.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.