OGGI BUON COMPLEANNO A…

compleanno

Nino Formicola, Gabriele Cirilli, Francesco Renga

BUON COMPLEANNO: SIAMO DIVENTATI UN ALMANACCO?

Qualcuno potrebbe chiedersi se questo blog sia diventato un almanacco del giorno, visto che ultimamente abbiamo spesso fatto degli auguri pubblici a persone dello spettacolo.

In realtà saremmo ben felici di parlare piuttosto dei nuovi spettacoli di questi personaggi.

Purtroppo come sappiamo, tutto il mondo dello spettacolo e ancora in stand by.

Noi però non vogliamo dimenticarci di questi personaggi che solitamente arricchiscono la nostra vita con le loro performance artistiche.

Immaginiamo che per loro, come per tutti noi, sia stato ed è difficile questa forzata inattività.

Il lavoro degli uomini e donne di spettacolo è fatto, per ben più del 50 per cento, di rapporto con il pubblico e quindi questo periodo per loro deve essere simile ad uno stato di ibernazione.

Per questo noi, che siamo così spesso stati arricchiti, divertiti, sostenuti dalle loro manifestazioni, vogliamo ricambiare, ricordandoci di loro e facendo sentir loro che non ci dimentichiamo e che sentiamo la loro assenza.

I FESTEGGIATI

Comincio allora a fare gli auguri, rispettando  l’ordine di anzianità, a Nino Formicola, cabarettista, comico ed attore. Giunto alla notorietà del grande pubblico con le prime trasmissioni di cabaret come NON STOP, LA SBERLA e DRIVE IN insieme all’indimenticato Andrea Brambilla nel duo Gaspare e Zuzzurro, dove Formicola “è quello senza barba”, come intitola anche un suo libro autobiografico.

Formicola ha già dovuto in più occasioni, in particolare quando è mancato il suo compagno (Zuzzurro appunto) con cui aveva fin li condiviso tutta la sua carriera, reinventarsi.

E ancora una volta in occasione di questo lockdown, ha cercato e trovato un modo per, non solo continuare a lavorare, ma anche per dare l’occasione, l’opportunità ai colleghi di avere uno spazio per mantenersi in collegamento con il loro pubblico.

Nino Formicola ha pensato ad un’iniziativa rigorosamente via web:

“Siccome il teatro è stata la prima attività a chiudere e sarà l’ultima a riaprire, allora ci siamo inventati un sito in cui qualunque teatrante che abbia uno spettacolo registrato lo mette in rete e, pagando una cifra minima, si può vedere lo spettacolo teatrale a casa“.

“Il primo spettacolo di prova per vedere se funziona è una chicca, perché è l’ultimo spettacolo di cabaret che abbiamo fatto io e il mio socio. Non l’ha mai visto nessuno, si chiama Non c’è più il futuro di una volta” (N. Formicola)

Poi facciamo gli auguri anche a Gabriele Cirilli, anche lui compie gli anni in questa giornata, anche lui costretto a reinventare le sue giornate ed il suo lavoro.

Soprattutto in questo periodo in cui Cirilli si era dedicato al lavoro live in teatro, più che a quello televisivo, ecco che improvvisamente ritrovarsi a casa rappresenta una bella sfida.

Ha cercato di trasformare lo spettacolo che stava portando in diverse piazze italiane “Il Cirque de Cirill” spettacolo che per assonanza con il Cirque du Soleil, in parte ispirato anche dal film  “Greatest showman” è un contenitore, una casa d’accoglienza per talenti comici.

Gabriele l’ha trasformato in una forma casalinga live sulla pagina facebook ed è’ diventato “La Maison du Cirill”

Cirilli si sente, per sua stessa ammissione , un po’ insicuro, e spaesato in questa situazione, ma anche lui ha deciso di reagire, perché “una risata o un sorriso ci salverà”

Perché per Cirilli

 “Ridere e scherzare non deve mancare  mai, anche perché non  è solo il mio lavoro, ma è anche la mia indole”

Si è dato da fare ed ha scritto una canzone e poi anche lui non ha voluto dimenticarsi delle difficoltà di tutto il mondo dello spettacolo (maestranze comprese) ed ha quindi partecipato alla ZELIG COVID EDITION, più di 300 artisti in una maratona sul palco virtuale di Zelig in diretta streaming.

Ed ancora facciamo tanti auguri anche a Francesco Renga.

Anche per lui, impegnato nel suo tour che doveva toccare piazze europee, stop forzato.

Ed anche lui, come tutti gli artisti dal più piccolo ai primi passi della carriera al più grande e famoso, non è stato con le mani in mano, ma ha messo in campo spunti e progetti per ripartire alla grande.

Ed infatti ha completato e portato a termine una canzone di cui aveva posto le prime note nel corso dell’estate appena trascorsa.

Una canzone che parla di “normalità” scritto dallo stesso Francesco insieme a Daniele Coro e Diego Mancino e prodotto da Dario Faini e Daniele Coro, “INSIEME: GRANDI AMORI” è un inno alla vita e rappresenta la voglia di tornare alla normalità.

E’ on line dal 29 maggio il video della canzone Insieme: Grandi Amori

“Insieme” è un inno alla felicità, alla speranza contro la paura di vivere. È un inno alla vita stessa e a quello che dovrebbe essere il suo motore sempre: è un inno all’Amore. A quel sentimento assoluto che cerco di cantare in ogni mia canzone. Quel sentimento che ci unisce e ci fa sentire una comunità. Perché “la vita non è fatta per vivere da soli, la vita è fatta per amare.” (F. Renga)

TANTI AUGURI

Allora ecco: TANTI AUGURI cari i nostri attori, comici, cantanti!

Noi non ci dimentichiamo di voi, abbiamo nostalgia ed aspettiamo scalpitando il vostro ritorno sui palchi.

In questo momento in cui non possiamo ascoltarvi, vedervi dal vivo.

In questi momenti in cui non possiamo farvi i nostri auguri, e ringraziarvi per la vostra arte, come si dovrebbe con calorosi applausi.

In questi momenti sappiate che ci siamo e vi aspettiamo e torneremo a vivere insieme le arti dello spettacolo.

 

Elena Grossi

Sono... un medico!...? Una pediatra... e quindi cosa ho a che fare con l'arte? Forse perché nella mia... lontana... adolescenza sono stata a lungo combattuta (prima di essere travolta dalla passione per la medicina) tra l'idea di frequentare il Conservatorio, piuttosto che il liceo Artistico e l'Accademia, forse perché l'essere sempre a contatto con i bambini ha mantenuto il mio animo giovane e sognatore, fatto sta che mi sono riavvicinata al mondo dell'arte, prima attraverso la danza, poi attraverso la pittura. Non ho mai tralasciato in tutti questi anni di andare a vedere film, teatro, concerti e soprattutto lo straordinario Notre Dame de Paris che mi ha portato ad avvicinare anche tutto quel mondo che sta dall'altro lato del palcoscenico! In qualche modo ho scoperto attraverso i miei vari percorsi di formazione della mia professione e delle mie passioni che il godere, fruire dell'espressioni artistiche, così come anche il praticarle direttamente possono essere terapeutiche per i sussulti, i disagi, i mali, ma anche i sogni dell'anima. Credo che per il benessere, l'armonia di ogni essere umano dovremmo tutti, almeno in qualche momento della nostra vita, praticare una qualche espressione artistica. Per tutti questi concatenarsi di motivi, non ultimo anche la mia passione nel vedere nascere, crescere e sbocciare questi nuovi giovani talenti, mi ritrovo in questa community di gioiosamente pazzi artisti, sperando di poter portare il mio piccolo sassolino alla grande montagna dell'arte.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.