PICCOLI CRIMINI CONIUGALI al Teatro Manzoni di Milano!

Piccoli Crimini Coniugali, di Eric Emmanuel Schmitt e adattato da Michele Placido, ha debuttato al Teatro Manzoni martedi 2 aprile e sarà in scena lì fino al 14 Aprile.

Sul palco una coppia, Marco e Lisa (Michele Placido e Anna Bonaiuto), che dopo anni e anni di convivenza ha grosse difficoltà di comunicazione e si è abbandonata all’abitudine. 

Un incidente domestico spezza la routine quotidiana calando i due nella foschia dell’amnesia. Marco perde la memoria e non ricorda più la moglie, la sua casa e il suo passato. 

Lisa tenta di riportargli alla mente la sua vita raccontando episodi, eventi e vecchie abitudini.. dipingendo una relazione e un uomo perfetto.

Piano piano Marco sembra ricordare qualcosa, ma la situazione all’improvviso viene ribaltata: chi sta fingendo? Chi è preda delle menzogne dell’altro? Chi è in difficoltà? 

La verità viene a galla e il pubblico assiste all’evoluzione della coppia che sul finale.. 

La scenografia è l’interno di un appartamento moderno: rende appieno l’idea del luogo vissuto e della confusione del momento.

Il testo risulta a tratti poco avvincente e sembra girare un po’ troppo attorno agli stessi concetti che mai vengono risolti. 

Michele Placido sa rendere con naturalezza estrema il personaggio sia durante l’amnesia che durante la fase di lucidità.

Anna Bonaiuto appare nel complesso poco convincente ma sul finale si riscatta trasmettendo bene il tormento della donna in seguito alla conversazione con Marco.

Dal titolo e dalle prime scene ci si aspetta un una trama più sorprendente e un’evoluzione diversa della vicenda, ma è comunque uno spettacolo piacevole che vale la pena di vedere.

 

Valentina Oliva

Ciao a tutti sono Valentina! Sono una persona solare e determinata! Cerco di dare il massimo in tutto quello che faccio e mi interesso a quante più cose possibili! Mi piace studiare e imparare nuove cose ma la mia grande passione è la recitazione. Studio anche canto e spero un giorno di poter lavorare nel mondo teatrale e nel mondo del teatro musicale.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.

Potrebbe interessarti anche…